Dal dog sitter al taxi per fido
L’agenzia di servizi per 4 zampe sul web

Accudire o spostare i propri amici grazie a volontari, senza tariffe ma con un contributo per le associazioni animaliste. E una bussola per tutte le necessità

FIRENZE – È un vero e proprio vademecum per le persone che hanno un cane, una bussola per orientare le scelte (migliori) sia per il padrone che per l’amato Fido: dall’area cani più vicina alla clinica veterinaria aperta 24 ore su 24, dalle spiagge toscane che accettano animali alle strutture dove è possibile lasciare il cane in vacanza per qualche giorno. Ed è tutto a portata di click, basta collegarsi al sito www.dogsittingfirenze.it e scegliere il servizio di cui si ha bisogno, a prescindere dall’esigenza e soprattutto dalle possibilità economiche.

Non ci sono infatti tariffe per usufruire dei servizi che i volontari della neonata associazione Dog Sitting Firenze – fondata da Elisa Bacherini, segretaria fiorentina della Lega Italiana dei Diritti dell’Animale (LIDA) – offrono a chiunque di un aiuto per i propri amici a quattro zampe (e per se stesso): dal servizio di pet setting a domicilio con volontari che si prendono cura degli animali garantendogli pasti e passeggiate nei soliti orari (assicurando ai padroni di «innaffiare anche le piante») a quello degli spostamenti in auto, con un vero e proprio servizio taxi soprattutto per anziani che hanno bisogno di portare – tra le altre cose – i propri amici a quattro zampe dal veterinario. Ciascuno contribuisce come (e quanto) può e parte del ricavato delle donazioni volontarie viene devoluto per sostenere le associazioni animaliste, i canili e la lotta al randagismo. Una vera e propria offensiva, dunque, contro l’abbandono degli animali, un reato – punito dalla legge – che purtroppo a ridosso dell’estate assume proporzioni drammatica. Anche per impedire questo c’è naturalmente il servizio pensione, a tutti gli effetti una «Holiday dog», con struttura all’aperto fuori città dotata di parchi, recinti e casette in legno per ogni singolo ospite (per la serie: lascio il cane in vacanza…).

Per i matrimoni (tra persone) c’è anche il servizio«wedding dog sitting», con volontari che si occupano degli amici a quattro zampe dei promessi sposi. Oppure il servizio turistico personalizzato per chi arriva a Firenze con il proprio cane: non sai dove lasciare Fido se vuoi visitare gli Uffizi? Basta chiamare i volontari di Dog Sitting e il problema è risolto. E presto il servizio sarà accessibile anche dal sito del Comune e da quello del Polo Museale Fiorentino. «L’obiettivo è offrire un servizio completo e a 360 gradi, un sostegno costante per chi ha in casa un animale ed ha bisogno di aiuto, per qualsiasi evenienza – spiega Elisa Bacherini, con un curriculum ricco di brevetti sul fronte di educazione degli animali ed una squadra di volontari già all’opera da affiancare ai professionisti Filippo Tosi e Gabriella Costa – Dall’educazione al reinserimento dei cani reduci di storie tristi alle spalle, anche su questo fronte corriamo in soccorso a chi ne ha bisogno: un modo per reinventarsi un lavoro e mostrare che tutte le difficoltà di gestione di un animale domestico si superano tranquillamente». Sul portale è inoltre possibile visionare tutte le richieste di adozioni per cani e gatti abbandonati e chiedere consigli per migliorare l’approccio con il proprio animale domestico. Un aiuto importante (da non sottovalutare) soprattutto per coloro che decidono di adottare un cane dal canile. La scelta più nobile di tutte.

vai all’articolo >>

bsite!

Corriere Fiorentino – 22 maggio 2014

Corriere Fiorentino

22 maggio 2014

marzo 4, 2013